pigeon con avannotti

rosso turchesi

eruption face spotted

red cover con avannotti

marlboro o solid red fire

blu diamond snake skin

leopard ring

pigeon blood

super eruption face spotted

Il Discus (Symphysodon Aequifasciatus)

La S.G. Discuscoltura risponde

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

ArtSGDiscusRispondeAndrea Sassi e Antonello Greco, fondatori della SG Discuscoltura, orgoglio del discus italiano nel mondo, rispondono con l'indiscussa professionalità e semplicità che li contraddistingue a 35 domande degli appassionati. Ottima lettura per tanti spunti, per fugare qualche dubbio e per riflettere...  Claudio Visalli.

PREMESSA:

Parliamo sempre di discus di allevamento NON selvatici. Si vuole dare una breve risposta alle più comuni domande che riguardano l’allevamento, la biologia e l’etologia del genere Discus. Ciò deve essere solo uno spunto di inizio per una eventuale ricerca di informazioni più dettagliate.

1.    Quanti discus posso allevare nel mio acquario?

•    Il discus è, soprattutto da giovane, un pesce di banco è perciò necessario allevare un piccolo gruppo di almeno 5-6 esemplari. Discus inseriti da soli o in coppia spesso hanno seri problemi di adattamento oppure diventano vittime, nel caso si introducano in acquario 2-3 esemplari, di aggressività intraspecifica. E’, perciò, consigliabile iniziare con una vasca di almeno 100 litri e 5-6 giovani esemplari che crescendo verranno mano mano ridotti di numero.

2.    Come devo alimentare i discus?

•    Come per tutti i pesci d’acquario vale la regola del “ poco ma spesso”. Il discus è un pesce che ama mangiare lentamente e sul fondo: un buon alimento granulato composto studiato appositamente per questa famiglia è senza dubbio l’alimento più adatto. Somministriamo delle piccole dosi di alimento più volte nell’arco della giornata fino a quando vediamo che i pesci perdono l’appetito.

3.    In che acqua devo allevare i discus?

•    Generalmente è consigliabile un'acqua leggermente acida e mediamente tenera: pH 6.5-6.8, 200-300 microsiemens, GH 4-5° dH, KH 2-3° dH, nitriti assenti, nitrati inferiori ai 50-100 mg/l e temperatura di 28-29° C.

4.    Qual è l’arredamento migliore per un acquario di discus?

•    Un acquario dedicato allevamento di questa famiglia ha un arredo “minimalista”: il fondo con sabbia chiara a grana fine, qualche radice e poche piante. Ciò consente di avere ampi spazi per il nuoto, pochi nascondigli e una facile pulizia durante le fasi di manutenzione.

5.    C’è qualche varietà più semplice da allevare per incominciare a tenere i discus?

•    Le varietà che discendono dalla specie S aequifascata haraldi sono certamente le più “robuste” o meglio le più adattabili alle condizioni che si possono comunemente generare in un acquario. Perciò discus del gruppo dei Pigeon, dei Brown sono i più consigliati per i neofiti.

6.    Come faccio a capire che i miei discus stanno male?

•    Generalmente i primi sintomi di qualche patologia o di sofferenza si manifestano con un cambio di comportamento. Perciò non appena i discus si comportano in modo “strano” cercate di capirne le cause: per primo misurate i valori chimici dell’acqua e poi osservate con estrema attenzione i pesci.

7.    Che tipo di filtro è consigliabile per i discus?

•    Non è possibile definire un tipo di filtro come il “più adatto”. Tutti i sistemi filtranti se ben funzionati, proporzionati alle dimensioni della vasca e mantenuti in perfetta efficienza sono consigliabili per allevare questa famiglia di pesci.

8.    Quale manutenzione devo fare per allevare i discus?

•    La manutenzione da fare in un acquario per discus non si discosta molto da quella necessaria a un normale acquario di comunità: controllo dei valori dei principali parametri chimici, cambio dell’acqua, manutenzione del sistema filtrante, verifica delle attrezzature elettriche etc.

9.    Quali pesci sono i migliori compagni dei discus?

•    Come pesci di fondo ideali sono i Corydoras; fate attenzione a quale specie!!! Infatti alcune specie di Corydoras sono originarie di acque fredde e perciò indatte in vasche con discus. La maggior parte dei Loricaridi è adatta a vivere con i discus, ma anche in questo caso esistono delle eccezioni!!! Come pesci di movimento scegliete un gruppo di Caracidi, optando per quelle specie che non restano troppo piccole (potrebbero divenire un ottimo pasto per i discus) e neppure per quelle che crescono troppo. Ideali sono Hyphessobricon robertsi, H. bentosi, H. serpae etc.

10.    Quale tipo di alimento mi consigliate per i miei discus?

•    Un alimento composto granulato, studiato appositamente per questa famiglia, è certamente il cibo migliore poiché è in grado di fornire tutti gli elementi nutritivi indispensabili per i processi metabolici. I pastoni surgelati inquinano molto e spesso sono poco bilanciati dal punto di vista nutrizionale. Gli alimenti naturali surgelati, sono molto appetiti, ma scarsi di elementi nutritivi.

11.    Qual è la migliore illuminazione in un acquario di discus?

•    I discus non amano luci intense. Lampade con bassa gradazione Kelvin sono le più adatte.

12.    Cosa fare se i miei discus hanno una livrea scura?

•    Una livrea scura è spesso indice di malessere. Talvolta, però, questi pesci scuriscono la loro livrea per motivi umorali durante le lotte territoriali o in alcune fasi riproduttive. Verificate perciò se si tratta di un fenomeno normale o dovuto a qualche problematica prima di intervenire. Per prima cosa analizzate i valori dei principali parametri chimici dell’acqua. Se questi fossero inadatti provvedete lentamente a riportarli nella norma. Osservate bene i pesci e annotate qualsiasi anomalia fisica e comportamentale; poi rivolgetevi a chi può aiutarvi a effettuare una diagnosi il più possibile accurata.

13.    I miei discus presentano delle linee verticali cosa sono?

•    Sono le “stress bar” caratteristiche della maggior parte delle varietà di questa famiglia. Spesso vengono messe in evidenza nei soggetti sottomessi o in quelli non in perfetta salute. In alcune varietà di allevamento non sono presenti: Pigeon, Blue Diamond, White Snow etc.

14.    I mei discus si picchiano sempre, come posso fare?

•    La cosa migliore sarebbe quella di dividere i soggetti. Se ciò risulta impossibile si può tentare di ripristinare la tranquillità cambiando l’arredo della vasca, spostando i legni ed eliminando i punti di riferimento del soggetto dominante. In questo modo non riconoscerà più proprio il territorio e calmerà la propria aggressività.

15.    Uno dei miei discus ha smesso di mangiare cosa devo fare?

•    Per prima cosa è importante valutare la condizione dei principali parametri chimici. Poi passiamo ad analizzare il soggetto, o i soggetti anoressici, vedendo se presentano qualche sintomatologia esterna. Tutti questi dati sono fondamentali per una diagnosi il più possibile certa. In generale se siamo di fronte a un lieve malessere spesso è di buon aiuto incrementare la temperatura dell’acqua (incrementando anche l’ossigenazione) e stimolare i soggetti con alimenti appetitosi.

16.    Ho l’acquario di discus pieno di piccoli vermi bianchi, cosa sono?

•    Non si tratta certamente di parassiti dei pesci bensì di nematodi che normalmente si sviluppano in tutti gli ecosistemi acquatici. Nel caso in vasca non ci sono dei predatori attivi (i discus adulti non riescono a mangiarli) possono crescere in sovra-numero: in questi casi è sufficiente introdurre qualche piccolo pesce (dei Caracidi o dei Corydoras per esempio) o dei Loricaridi che ne mantengono sotto controllo la popolazione.

17.    I miei discus sono ricoperti da una patina biancastra, cosa sta succedendo?

•    Si tratta certamente di una iper-secrezione di muco. La causa di questo fenomeno è generata come risposta di difesa del pesce da parassiti o da problemi ambientali. Quindi per prima cosa, come sempre, effettuiamo un controllo dei principali parametri chimici dell’acqua (spesso valori di pH basso generano questo inconveniente). Se questi risultassero corretti si può pensare a una ectoparassitosi. In questi casi per effettuare un trattamento efficace è necessario individuare l’agente patogeno primario. Quindi si effettua uno striscio della pelle che verrà analizzato al microscopio ottico; individuato il parassita si potrà procedere ad effettuare il corretto trattamento.

18.    Cosa devo fare se vedo che i miei discus stanno male o hanno un comportamento anomalo?

•    Per prima cosa analizzi i principali parametri dell’acqua. La maggior parte delle volte un pH troppo basso o carenze di ossigeno sono le cause di questi problemi. Solo escludendo questi inconvenienti si può iniziare a pensare a effettuare una diagnosi legate a patologie.

19.    Come fare a riconoscere il sesso nei discus?

•    Il discus non presenta un evidente dimorfismo sessuale. Solo in alcune varietà a base rossa come Red Rose o Red Melon le femmine risultano, fin da giovani, avere una colorazione di base più rossastra. Il momento in cui è facile poter valutare il sesso di questi pesci è durante la fase di accoppiamento: i maschi presentano la parte estroflessa dell’organo genitale a forma di cono con la punta rivolta verso la testa; le femmine hanno questa parte a forma di tronco di cono con il vertice rivolto verso la coda.

20.    Se depongono le uova nel mio acquario cosa posso fare?

•    In un acquario di comunità è quasi impossibile riuscire a portare a termine la riproduzione di questo bellissimo pesce. Troppi fattori sono negativi affinché le uova si possano schiudere e i genitori possano allevare la prole. In questi casi è necessario allestire una vasca specifica per la riproduzione.

21.    E’ vero che i discus “a sangue” Pigeon non allevano i piccoli?

•    Spesso si sente dire che questi discus non sono in grado di accrescere i piccoli poiché non producono una quantità sufficiente di muco: ma questa è una delle tante leggende metropolitane. In effetti, questi discus, producono muco come tutti gli altri, il problema sta nel fatto che, non avendo (o avendoli in bassa quantità) melanofori, non sono in grado di scurirsi a tal punto di poter attirare la prole durante le prime ore di nuoto libero. Infatti, in questa delicata fase i giovani discus sono attirati esclusivamente dagli oggetti scuri e poiché i genitori restano “chiari” questi si disperdono all’interno della vasca senza trovare il corretto nutrimento.

22.    E’ vero che i discus “allattano” i piccoli?

•    E’ vero che i discus alimentano la prole durante le prime fasi di vita ma non si tratta di un vero e proprio “latte” bensì di uno speciale muco, composto da polisaccaridi, che i genitori emettono dal corpo, dove i piccoli banchettano liberamente.

23.    Come devo alimentare i piccoli dei miei discus?

•    Dopo 4-5 giorni di nuoto libero, durante il quale si alimentano del muco dei genitori, si inizia a somministrare naupli di artemia salina appena schiusi almeno tre-quattro volte al dì. I piccoli devono avere sempre la pancia bella “piena” di cibo. Al 15-20 giorno si può iniziare a somministrare loro un alimento in microgranuli.

24.    E’ meglio acquistare individui giovani o adulti?

•    Gli individui giovani sono più adattabili rispetto agli adulti. Perciò è sempre meglio acquistare degli esemplari giovani di 3-4 mesi.

 25.    Voglio provare a riprodurre i discus cosa mi consigliate di fare?

•    E’ necessario allestire una vasca almeno di 100 litri priva di arredo. Consiglio di acquistare 5-6 giovani individui di 3-4 mesi. Tra questo gruppetto certamente si formerà con il tempo una coppia, a seconda delle varietà di discus possono trascorrere dai 8 ai 12 mesi. Non appena ciò accade lasciate nella vasca solo la coppia e date il via alle riproduzioni.

26.    Che cos’è la “peste” dei discus?

•    Si tratta di un nome che venne dato a una sindrome che colpiva (e in alcuni casi colpisce ancora) i pesci di provenienza prevalente asiatica. La causa può essere di due tipi o batterica (in questi casi ci troviamo di fronte alla “falsa peste”) o virale. La “falsa peste” è un tipico cross batterico che si può avere unendo dei pesci di diversa provenienza. Accade che i due ceppi sono privi delle difese immunitarie specifiche per i batteri provenienti dall’altro ceppo. Ciò scatena un forte attacco batterico che si manifesta con scurimento, apatia e ipersecrezione di muco. In questi casi gli individui adulti tendono a superare meglio l’attacco rispetto a quelli giovani. Una volta che il sistema immunitario secondario genera antigeni specifici i pesci guariscono completamente. La vera “peste” è generata da un virus specie specifico che attacca i discus non immunizzati. In entrambe i casi spesso i soggetti muoiono più che a causa degli agenti patogeni primari di quelli secondari.

27.    Quali malattie sono le più comuni in questa famiglia?

•    In generale i discus sono particolarmente soggetti alle batteriosi per questo motivo è sempre necessario allevarli in un ambiente con un basso carico batterico ed evitare sempre l’introduzione di nuovi soggetti senza una attenta quarantena (vd articolo Discuspassion.net ). Come ectoparassiti sono frequenti i Dactylogyrus e Gyrodactylus (vermi della pelle e delle branchie), la Tricodina e la Costia. Come endoparassiti i flagellati intestinali (Protoopalina, Hexamita, Spiironucleus etc.) e i vermi intestinali (Capillaria, e tenie).

28.    I discus da dove provengono originariamente?

•    La famiglia dei Discus, Symphysodon, è originaria del bacino del Rio delle Amazzoni. Un ottima lettura che parla dei discus in natura e del loro ambiente naturale è Discus di Heiko Bleher: un libro che assolutamente consiglio

 29.    Le colorazioni presenti nei negozi sono presenti in natura?

•    La maggior parte delle colorazioni presenti nei negozi sono frutto di selezioni in cattività. I primi a selezionare varietà particolari di discus furono i tedeschi seguiti poi da Americani e Asiatici.

30.    Ho una coppia di discus: lui è un pigeon lei è un turchese. Di che colore saranno i piccoli?

•    Non è facile poter prevedere che tipo di colorazione possano avere i piccoli. Sarebbe necessario conoscerne la genealogia e la genetica dei soggetti: ciò, in ogni caso, potrebbe anche non essere sufficiente poiché questi pesci hanno una elevatissima variabilità genetica (ciò è dimostrato dalle innumerevoli varietà selezionate negli anni). Di grande aiuto per poter iniziare a selezionare questi pesci è il libro di Francesco De Nitto "Trophy Discus".

31.    Ho dei discus pigeon che hanno dei piccoli punti neri sul corpo. Cosa sono?

•    Si tratta di melanofori: sono cellule della “pelle” specializzate nella colorazione o per meglio dire nello “scurire il pesce”. Erano molto presenti nelle prime selezioni di pigeon; ora la totale assenza garantisce la qualità di questa varietà.

 32.    Ho i miei discus che hanno gli occhi opachi. Cosa sta succedendo?

•    La maggior parte delle volte si tratta di un abbassamento repentino del pH che “brucia” le parti più delicate degli occhi. In questi casi è necessario effettuare la misurazione dei principali parametri chimici, in particolar modo del pH e del KH. Infatti valori di KH bassi o nulli possono portare a degli improvvisi sbalzi di pH: tipici nelle vasche dei discus dove i processi di nitrificazione sono elevati.

33.    Dei miei discus emettono delle feci bianche e mucillaginose, che succede?

•    Tipico sintomo di malessere dei discus. I pesci che non si alimentano emettono queste feci biancastre e mucillaginose: la causa è questi sempre da ricercare in problemi intestinali causati da ipersviluppo di flagellati o da vermi. Nel primo caso questo problema spesso sorge a causa di problemi legati alla gestione della vasca (valori chimici inadatti, acqua sporca, aggressività intra o interspecifica) che devono essere risolti per eliminare definitivamente il problema.

34.    Ho i discus che respirano forte, cosa devo fare?

•    Per prima cosa verificare i valori dei principali parametri chimici; in special modo nitriti e ossigeno. Se questi fossero inadatti è necessario intervenire il più rapidamente possibile. Anche attacchi di parassiti branchiali, come Dactylogyrus, possono portare a questo fenomeno: in questo caso è necessario effettuare un trattamento specifico.

35.    E’ vero che i BD sono più aggressivi delle altre varietà di discus?   

•    No i Blue Diamond non sono specificatamente più aggressivi delle altre varietà è che non potendo manifestare la loro sudditanza nei confronti del soggetto dominante (non hanno le stress barr) sono costretti sempre a subire attacchi e quindi a difendersi.

 



Di Andrea Sassi e Antonello Greco (Società Agricola S.G. Discuscoltura S.r.l.)

per HD su loro gentile concessione.

 


Commenti   

# Guest 2016-12-07 06:00
Ciao sono un appasionato di discus ,ho sempre preso discus da 6 cm sino a diventare adulti.Il mio problema è che una volta adulti , dopo poco diventano apatici ,non mangiano sino a morire o mi stufo e li do via prima tanto non riesco a farli mangiare.Il mio negoziante mi ha confidato che una volta adulti diventano apatici perche andrebbero trattati molto spesso con farmaci e cambio dell'acqua quasi tutti i giorni,è per questo che gli allevatori li tengono in cubi senza arredo.Sembrera stano ma è da circa quasi 10 anni che faccio questa vita.Mi si formano coppie per poi vederle morire.L'unico trattamento che riesco a fare è il flagil 3 comp.per 30l acqua ma mi ha detto che anche qui si abituano al medicinale.
Se possibile gradirei un consiglio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Claudio Visalli 2011-02-24 08:02
Grazie Andrea ed Antonello per averci dato la possibilità di pubblicare questo FAQ, ma grazie sopratutto per il vostro lavoro di allevatori che da lustro agli appassionati italiani del discus nel mondo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

In questo momento sono online 197 persone di cui 191 ospiti ed i seguenti 6 utenti (registrati):
Alessandro L (Alessandro72)
Friuli-Venezia Giulia
carlo brioni (carlo brioni)
Emilia-Romagna
Gioacchino Galizia (ToDDoLo)
Campania
Luca Bianchella (mormorina)
Marche
Luigi De Lucia (DE LUCIA)
Campania
michele brandonisio (antarez)
Puglia
TOP